2021, l’anno del lavoro da remoto

Il 2021 è l’anno del lavoro da remoto. In questa pagina ecco alcune configurazioni per una workstation adatta ad un carico di lavoro da ufficio. Entrambe le proposte sono basate su architettura AMD. L’unico incoveniente è che in queste settimane a causa dei fenomeni di scalping il prezzo delle schede video è alle stelle e la disponibilità è molto ridotta. Non è il momento migliore per cambiare PC.

Esempi di workstation per il remote working

Workstation base

Nella workstation di base la CPU è un modello non recentissimo ma il cui rapporto qualità prezzo è ottimale. Anche la scheda madre non è tra le più avanzate, ma se si ha un budget non elevato è un buon compromesso.

L’alimentatore è lo stesso che propongo anche per la versione di workstation avanzata in quanto conviene spendere 30 euro in più ed avere un prodotto di qualità.

Infine la scheda video potrebbe essere una Nvidia 1650, un ottimo compromesso tra prestazioni e prezzo, se non fosse per il periodo in cui anche questa scheda ha prezzi esagerati (se si riesce trovarla).

Componente Modello Prezzo
Scheda madre ASUS PRIME A320M-K 62 €
CPU Ryzen 2600 170 €
RAM Crucial Ballistix BL2K8G32C16U4B 3200 MHz, 16GB 76 €
Hard disk Crucial MX500 1TB 99 €
Scheda video (GPU) Nvidia 1650 ?
Alimentatore Cooler Master 550 Gold V2 80 €
Case Corsair 110Q 66 €

Workstation avanzata

Nella workstation avanzata invece è presente la CPU Ryzen 3700x che non è la più potente della famiglia, ma ha dei consumi davvero bassi e non vale la pena consumare quasi il doppio per un aumento di prestazioni di pochi punti percentuali.

Ho scelto di mettere una unità disco di tipo NVME che è più veloce rispetto ai normali SSD, anche se in questo caso non si tratta di un modello super veloce. In ogni caso i 20 euro in più fanno una grande differenza.

In questo caso la scheda consigliata sarebbe una Radeon RX 5700, il modello XT non lo consiglio perché costa molto di più ed il gioco non vale la candela. Comunque fintanto che il prezzo è sopra i 400 euro non conviene acquistarla. In questi giorni la si trova sempre oltre i 600/700 euro.

Per concludere, visto che le ventole Corsair non sono molto silenziose, può essere interessante sostituirle con un modello meno rumoroso come ad esempio quelle dell’azienda Noctua.

Componente Modello Prezzo
Scheda madre MSI X570-A PRO 156 €
CPU AMD Ryzen 3700x 334 €
RAM Corsair Vengeance LPX 32GB 2666Mhz 150 €
Hard disk Crucial P1 1 TB CT1000P1SSD8 103 €
Scheda video (GPU) Radeon RX 5700 ?
Alimentatore Sharkoon WPM Gold Zero 650W, 80+ Gold 76 €
Case Corsair 110Q 66 €
Ventole 120mm Noctua NF-S12B 1200 PWM 14 €

Altri componenti hardware per lo smart working

Oltre al PC possono servire altre periferiche, eccone qui alcune:

  • UPS: Per uso da ufficio consiglio il modello Back UPS PRO BR900MI della Schneidere Electric, è un po' costoso ma quando si parla di sicurezza conviene spendere qualcosa in più (costa mediamente sui 250 euro). Si tratta di una serie di prodotti che hanno una durata enorme (più del PC). Una alternativa può essere il modello APC Back-UPS BX - BX1400UI che si trova a circa 100 euro in meno.
  • Ciabatta per UPS: può far comodo una ciabatta da attaccare all’UPS, serve però una ciabatta con l’attacco VDE adatto all’UPS come il seguente modello: Multipresa per UPS g.
  • Monitor: Per un uso da ufficio consiglio il monitor Philips 272E17A , ad un costo abbordabile (circa 200 euro) ci si porta a casa un monitor da 27 pollici il Full HD con pannello IPS (quindi con ampio angolo di visione) di ottima marca, con spazio di colore sRGB quasi al 100% e con connessione HDMI.
  • Router: Qui non c’è tanto da discutere, il Fritz!Box 7530 si trova sempre sui 120 € ed è un affarone. Non sto nemmeno qui a spiegare il perché.
  • NAS: Il Synology DS218 è un ottimo prodotto, permette di installare due dischi in configurazione RAID1, è veloce e facile da configurare. Perfetto per un uso lavorativo normale. A questo ci si possono abbinare degli hard disk WD Gold o Red in base alle proprie esigenze, ovviamente la taglia dipende da quanti dati ci si deve mettere dentro.
  • HD Esterno: anche se adesso ci si sposta meno, un hard disk esterno può sempre fare comodo, ecco un buon prodotto economico ma funzionale: il My Passport 1TB che a poco meno di 60 euro è una spesa che vale.
  • Cuffie: se si vuole ascoltare un po' di musica mentre si è al lavoro le cuffiette per le videoconferenze non sono il massimo, ecco che le Audio Technica ATH-M30x possono risolvere la situazione.
  • Diffusore audio bluetooth: se si vuole ascoltare musica si può anche optare per la cassa bluetooth Bose SoundLink Revolve II che se si trova scontata a 150 euro è un vero affare, ha anche l’integrazione con Amazon Alexa, Google Now ed Apple Siri.
  • Scheda WiFi USB: invece di collegare il PC alla rete usando un cavo fino al router, è possibile usare una scheda WiFi USB come il modello Archer T3U della TP-Link che a circa 20 euro fa bene il suo lavoro.
  • Cavi di rete: spesso ci si dimentica che i cavi di rete servono ancora, non sempre il wifi è la scelta giusta. Come cavo di rete consiglio di usare i cavi di categoria 6A o 8 perché hanno una schermatura migliore e vanno bene anche per grandi lunghezze, come ad esempio: Cavo di rete lungo 3 metri, cat 8 .
  • Switch ethernet: a proposito di networking, usare una rete cablata al posto di una wifi può fare ancora molto comodo. Ecco quindi uno switch economico ma di buona marca, lo switch Ethernet 8 porte Netgear che costa circa 30 euro.

Webcam e luci per riprese video

Nel 2021 molti professionisti hanno l’esigenza di registrare e condividere filmati, ad esempio per lezioni a distanza o per promuovere i propri servizi.

Il setup per le riprese video ha un costo di ingresso molto basso. I tre aspetti da considerare sono:

  • videocamera
  • treppiede
  • luci
  • microfono

Videocamera

Per quanto riguarda la videocamera bisogna considerare se si deve effettuare streaming o se vanno condivise le registrazioni.

Nel primo caso si può usare una classica webcam Logitech StreamCam , un prodotto studiato apposta per lo streaming live. Si trova spesso in sconto su Amazon a circa 100 euro. Chi non vuole spendere più di tanto a questo prezzo ha già un buon prodotto. Un altro modello interessante, sempre a marchio Logitech, è la Logitech Brio Stream Webcam , costa un po' di più, sui 260 euro, ma spesso è in sconto a 160 euro. Ad oggi forse è la webcam con il miglior rapporto qualità prezzo (quando la si trova in sconto).

Se invece l’obiettivo è esclusivamente di registrare dei video da condividere successivamente si può usare una fotocamera con la funzione di registrazione video, però i prezzi cominciano a salire parecchio.

Il modello entry level più comune è la Sony Alpha A6000L . Normalmente si trova sui 500 euro, a volte anche qualcosa in meno, ed è una delle fotocamere più usate per chi registra video da pubblicare online.

Chi non ha grandi pretese può anche usare uno smartphone per le riprese, chiaramente non è la soluzione ottimale, ma in alcuni contesti la qualità dei video creati con smartpone recenti può essere un buon punto di partenza.

Treppiede

Sia per lo streaming che per la registrazione, è più importante la stabilità dell’immagine rispetto alla risoluzione. Quindi la videocamera deve essere ben ferma e per questo serve un supporto dedicato.

La scelta è veramente enorme: esistono modelli ultra economici come l'Amazon Basics (circa 15 euro) oppure si può scegliere un marchio blasonato com Manfrotto che propone sia un modello da tavolo, l'MTPIXI-B (attorno ai 25 euro), oppure modelli semi professionali come il Befree Advanced (circa 130-160 euro).

Se si prende il treppiede per lo smartphone bisogna anche ricordarsi di acquistare un adattatore come questo supporto smartphone .

Luci

Le luci sono un altro aspetto da non sottovalutare. Per riprese non troppo movimentate esistono dei kit, anche molto economici che contribuiscono notevolmente a migliorare la qualità dei video. Se l’area di ripresa è di pochi metri si può acquistare un Softbox Neewer 700W 60x60cm , lo si trova tra i 70 ed i 100 euro su Amazon e comprende due softbox, due lampadine, due stativi e la borsa di trasporto. Le lampadine in dotazione non sono super luminose ma avendo un attacco E27 possono essere sostituite a piacere.

Microfono

Se si deve registrare anche l’audio, è praticamente obbligatorio affiancare un microfono dedicato. Soprattutto nel caso in cui si utilizzi una videocamera / fotocamera, mi sento di sconsigliare i prodotti estremamente economici. Consiglio di investire un centinaio di euro per il Rode VideoMic Rycote che aumenta sensibilmente la qualità dell’audio.

Dove posso comprare tutto questo?

Se vuoi puoi acquistare tramite Amazon tutti i componenti proposti in questa pagina.