Leonardo Finetti

Una delle mode più in voga nei nuovi siti web è l’uso del cosiddetto infinite scroll: invece di suddividere un archivio o i risultati di una ricerca in più pagine, il caricamento avviene man mano che l’utente scorre in basso.

È il funzionamento adottato da molti big come Facebook, Pinterest, Twitter ed anche Google+, solo per citare alcuni esempi.

In molte occasioni questo sistema può essere comodo da usare, ma non per questo è efficace in ogni situazione.

Ad esempio negli e-commerce questa tipologia di navigazione è controproducente se usata nelle pagine del catalogo prodotti o nella ricerca prodotti in quanto rallenta molto la navigazione e quindi si rischia di farli uscire dal sito prima del previsto con un impatto negativo nel CTR.

In rete si trovano diversi report proprio a proposito di questa metodologia di visualizzazione ed in tutti i casi è stato rilevato un calo molto elevato di conversioni (ovvero di utenti che entrano nel sito e procedono all’acquisto).

I difetti principali dell'infinite scroll all’interno di un e-commerce sono i seguenti:

  • Lentezza nella lettura dei prodotti a causa delle continue interruzioni dovute al caricamento allo scroll.
  • Quando si entra nella pagina di un prodotto e si vuole tornare indietro alla pagina del catalogo si riparte dall’inizio e non dal punto in cui si era arrivati precedentemente.
  • Non è possibile salvare un segnalibro preciso.
  • Non è possibile effettuare una ricerca completa all’interno della pagina finché non sono stati caricati tutti i risultati.

Tutti questi fattori provocano delle difficoltà nella navigazione e nell’utilizzo dell’E-commerce e, come ben sappiamo, agli utenti non piace stare nei siti web difficili da usare e che non forniscono delle risposte adeguate nei tempi e nei modi abituali.

Quindi, prima di introdurre modifiche all’interfaccia utente, soprattutto in sistemi dove i paradigmi di interazione sono ben noti e consolidati, è sempre meglio effettuare dei test approfonditi in modo da evitare problemi che potrebbero essere decisamente negativi.

Leonardo Finetti

Leonardo Finetti
Si occupa di informatica dalla metà degli anni novanta principalmente in ambito web con tecnologie Open Source. Esperto di Drupal e di SEO offre consulenze in tali ambiti e nel tempo libero si diletta scrivendo articoli di informatica ed anche di design, ergonomia, usabilità e sicurezza.

Se ti piace questo sito puoi usare il link di affiliazione Amazon cliccando qui.